Olive Kitteridge miniserie TV HBO approda in Italia

E’ una delle figure più temute da ogni adolescente che si rispetti,  è dotata di una lingua tagliente, di modi spicci e sbrigativi , bruschi, per non parlare poi di una mancanza assoluta e disarmante di tatto.
Il suo nome è Olive Kitteridge, un’insegnante di matematica alle scuole medie.
Il suo carattere è impossibile e se poi la (s)fortuna vuole che vi capiti come madre o come moglie è meglio che vi mettiate subito l’anima in pace perché viverle accanto non sarà una passeggita di salute!

Elizabeth Strout

Elizabeth Strout

Lei è la protagonista della nuova mini serie tv targata HBO, “Olive Kitteridge, tratta dall’omonimo Best Seller Premio Pulitzer di Elizabeth Strout e sceneggiata da
Jane Anderson.
La protagonista, Olive, attraverso i propri occhi , riesce a tracciare un ritratto significativo e passionale , di persone assolutamente normali,  da pemetterci di riconoscerci in esse.
La Miniserie presentata all’anteprima mondiale all’ultimo Festival di Venezia, e candidata a tre Golden Globes, ha debuttato a Novembre 2014 negli Stati Uniti ed ora approda su Sky Cinema in due serate.

Elizabet Strout la scrittrice del romanzo, racconta che vedendo la miniserie, all’inizio era un pò preoccupata, pensava che avessero rovinato il suo lavoro, ma subito dopo lo ha trovato straordinario, ha pianto e riso ed ha pensato che invece tutto quello che aveva visto era a dir poco grandioso.

Francis Mcdormand aka Olive Kitteridge

Francis Mcdormand aka Olive Kitteridge

A prestare alla protagonista un voltu ruvido, sfrontato, intelligente ed inconfondibile é la “musa” dei fratelli Coen, nonché moglie di uno dei due, Joel, la bravissima Francis Mcdormand, premio Oscar nel 1997 con la magistrale interpretazione di Marge Gunderson, la poliziotta incinta del film Fargo:
Olive è molto rappresentativa di una certa zona dell’America, è stoica, crede nell’azione più che nella pietà, non è una persona che si commisera.
Ho opzionato i diritti del romanzo 6 anni fa e d’ allora è stato un processo molto lungo, ma credo che riassuma tutto ciò che ho fatto come attrice negli ultimi 35 anni.
Il nostro film, parla del percorso all’interno di un matrimonio, di come possa sopravvivere alla depressione, una depressione che si trasmette tra generazioni e di come questo matrimonio possa durare nonostante le sfide che debba affrontare giornalmente.
Il matrimonio è una cosa molto difficile per due persone che cercano di vivere una vita insieme, perché non è necessariamente una cosa naturale.
Non importa quanto sia partito da un’idea romantica dell’amore, alla fine è un’unione che deve essere rinegozziata costantemente, passo dopo passo, perché ne vale assolutamente lo sforzo.
Olive, rappresenta il punto più alto di quello che ho cercato di fare a livello professionale”.

Come abbiamo potuto capire dalle sue parole, l’attrice americana si è innamorata subito dell’opera della Strout uscita negli usa nel 2008 e pubblicata in Italia da Fazi Editore un’anno dopo.
Il libro strutturato come un romanzo, si articola in 13 racconti ambientati a Crosby, un paesino immaginario del Maine affacciato sull’Atlantico e a fare da collante è proprio il personaggio chiave di Olive Kitteridge, donna normale, determinata, razionale ma anche insospettabilmente vulnerabile.
La storia racconta un lasso di tempo di 25 anni e possiamo definirlo un lungo viaggio nella storia di una coppia e  le sue tante dinamiche senza aver paura di affrontare un tema poco televisivo come potrebbe essere la “depressione“.

Francis Mcdormand e Richard Jenkins

Francis Mcdormand e Richard Jenkins

Richard Jenkins interpreta Henry, dolce e paziente farmacista nonchè marito di Olive.
L’attore ha già lavorato in passato con la Mcdormand e con i fratelli Coen, questo ha fatto si che l’affiatamento tra i due fosse assolutamente speciale.
A dirigere un cast strepitoso, composto da Bill Murray nei panni di Jack Kennison, Peter Mullan in quelli di Jim O’Casey e dalla nipote di Elia Kazan, Zoe Kazan in quelli di Denise Thibodeau, è la regista de “I Ragazzi stanno bene” , Lisa Cholodenko, che dopo aver lavorato a Olive Kitteridge sostiene di non essere più la stessa persona:
Fin dall’inizio ho pensato che se non capisci questo personaggio con tutte le sue complessità è difficile provare simpatia per lei, stare dalla sua parte e provare ad identificarsi in lei.
E’ una persona molto complicata, sfaccettata, che ha toccato molti punti scoperti in me… e poi lei è una madre e quindi ho messo anche molte cose personali in questa produzione, infatti lavorando a questo progetto sono cresciuta moltissimo dal punto di vista emotivo”

Ma la vera colonna portante di Olive Kitteridge è sicuramente Francis Mcdormand che della serie oltre ad esserne la protagonista e ad averne curato tutto, dalla scelta della Regista, al montaggio, dalla scenografia, ai costumi, dalla musica e da chi più ne ha più ne metta, ne è anche produttore esecutivo insieme a Tom Hanks.
La miniserie andrà in onda Venerdì 23 e 30 Gennaio 2015 su Sky Cinema 1, alle 21.10, ci auguriamo che possiate vederla perché siamo certi che ne varrà veramente la pena, ma se così non fosse Vi invitiamo comunque a leggere il libro dal quale è tratta.

Vogliamo lasciarVi con una citazione della protagonista che si rivolge ai suoi alunni, sperando che tutti noi possiamo rifletterci e  farne tesoro:

Voglio dirvi una cosa, non abbiate paura della vostra fame di sapere, se ne avrete paura sarete degli sciocchi qualunque